Rito Partecipativo

Convegno sul Rito Partecipativo 15/01/2016 Verona

Rito PartecipativoVENERDI’ 15 GENNAIO 2016
VERONA – Sala civica “Elisabetta Lodi” via S. Giovanni in valle 13/bore 14.30 / 18.00

CONVEGNO SUL RITO PARTECIPATIVO
Tentativo di composizione della lite mediante accordo – Proposta di modifica alle attuali normative e prassi in materia di affidamento condiviso dei figli. Introduzione nel c.c. dell’art 337 nonies, del rito partecipativo –
A.C. 2953 – Disegno di Legge presentato dal Ministro della Giustizia On. Orlando – Delega al Governo recante disposizioni per l’efficienza del processo civile.

Esperti, Istituzioni e Magistrati a confronto in occasione della giornata formativa che si terrà a Verona presso la Sala civica “Elisabetta Lodi” via S.Giovanni in valle 13/b il prossimo 15 gennaio. Ad organizzare l’evento è il C.A.B. Centro Antiviolenza Bigenitoriale onlus di Rovereto, un’associazione senza scopo di lucro impegnata nella promozione della cultura del rispetto dei diritti del minore e la tutela delle relazioni familiari.

La tematica oggetto del convegno è la presentazione di un nuovo tipo di approccio al conflitto familiare, il cosiddetto “Rito Partecipativo”.
Un progetto nato grazie alla pluriennale esperienza e sensibilità dei Magistrati specializzati in Diritto di Famiglia della IX Sezione del Tribunale di Milano; un modello sperimentale studiato per codificare i passaggi che il Giudice, calatosi nel ruolo di una sorta di “facilitatore della comunicazione”, definisce per cercare di individuare una possibile risoluzione nella lite tra due persone che hanno deciso di porre fine al loro rapporto di coppia. Un rito – lo si deduce intuitivamente – al quale partecipano tutti gli interlocutori: il giudice, gli avvocati ma, soprattutto, i genitori. Il giudice delegato è un magistrato onorario, proveniente dalle fila degli avvocati esperti in diritto di famiglia, con una specializzazione in conflitti familiari o tecniche di mediazione. Si tratta, pertanto, di un giurista esperto in dinamiche conflittuali che collabora con gli avvocati delle parti in quanto «garanti del cittadino per l’effettività della tutela dei diritti».
Il Rito Partecipativo è un compromesso: perché è quasi impossibile disciplinare, secondo regole normative, una materia così mutevole, carica di emotività e delicatissima quale è quella dei rapporti genitoriali, nel momento in cui una famiglia si disintegra, più o meno traumaticamente.

Seguendo dei canali di comunicazione morbidi e cercando di “suggerire alla pari” piuttosto che “imporre dall’alto”, il giudice si muove seguendo una direttrice inversa: diventa quella persona che – rivestita più di autorevolezza che di autorità – cerca la condivisione di possibili soluzioni attingendo da tutto ciò che di “buono” resta di un rapporto finito. Perché si può smettere di essere una coppia ma non si può smettere di essere genitori.

Il rito partecipativo, insomma, nasce da un’idea positiva ovvero quella di invitare i genitori a diventare il modello di genitori cui i figli hanno diritto.

Il convegno prevede l’intervento della Dott.ssa Gloria Servetti Presidente sez. IX civile Tribunale di Milano, dell’Avv. Cristina Ceci Giudice Onorario Tribunale di Milano, dell’On. Tancredi Turco Alternativa Libera – II commissione giustizia, dell’On Eleonora Bechis Alternativa Libera -Commissione parlamentare infanzia e adolescenza, del Dott. Massimo Rosselli del Turco Direttore Istituto Studi Parlamentari (I.S.P.A. Roma), della Dott.ssa Adriana Tisselli Presidente Movimento Femminile per la Parità Genitoriale (M.F.P.G. Milano). Introduce e modera: Roberto Buffi Presidente Centro Antiviolenza Bigenitoriale onlus (C.A.B. Rovereto).

Convegno accreditato dall’Ordine degli Avvocati di Verona con n. 3 crediti formativi
info e-mail per registrazione: alessandroalberini@yahoo.it

Per maggiori informazioni ed info sul convegno:
Ufficio Stampa Tel: +39 347 2906614

Approfondimenti e documenti sul Rito Partecipativo si possono scaricare da qui:
https://centroantiviolenzabigenitoriale.wordpress.com/introduzione-nel-c-c-dellart-337-nonies-del-rito-partecipativo/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*